Come riconoscere e usare uno shampoo Bio

August 8, 2018

Chi decide di acquistare e usare uno shampoo bio sa che la differenza sta prevalentemente nei tensioattivi chimici, presenti nei prodotti cosmetici tradizionali che risultano essere troppo aggressivi per la cute e per i capelli, i tensioattivi sono delle sostanze che, aggiunte all’interno di una formulazione, permettono di “sciogliere” lo sporco dalla pelle ed eliminarlo con l’acqua. Lo sporco è una sostanza “grassa” e come sappiamo grasso e acqua non sono solubili tra di loro. È proprio qui che intervengono i tensioattivi, che sono composti da una parte che si lega al grasso (sporco) ed una che si lega all’acqua: è proprio in questo modo che lo sporco può essere eliminato e portato via dall’acqua.

 

 

 

I principali tensioattivi di origine chimica utilizzati nella produzione di cosmetici sono molto aggressivi, specialmente se contenuti in elevate quantità.

 

Per ottenere risultati immediatamente visibili, gli shampoo classici inoltre contengono anche i cosiddetti siliconi, parabeni e petrolati, composti chimici non biodegradabili che oltre a danneggiare l’ambiente possono danneggiare i capelli.

 

 

SCEGLIERE UNO SHAMPOO BIO

 

Ecco perché la scelta di uno shampoo bio, che a differenza di quelli classici, contengono solo tensioattivi naturali che rispettano la pelle ed il suo pH, eliminando lo sporco altrettanto bene ma senza causare danni (questo è il motivo per il quale producono poca schiuma durante il lavaggio).

 

 

Ovviamente non contengono siliconi, parabeni e petrolati ma, al loro posto contengono minerali naturali, estratti di erbe e oli che idratano e nutrono realmente il capello e il cuoio capelluto apportando numerosissimi altri benefici, sono studiati nel rispetto dell’ambiente e proprio per questa ragione persino la loro confezione è studiata a tal proposito: vengono tipicamente confezionati in package ridotti al minimo e spesso queste stesse confezioni sono fatte da materiali biodegradabili.

 

 

 

 

PASSAGGIO AGLI SHAMPOO BIO

 

I primi lavaggi con prodotti naturali si può avere l’impressione che, il capello diventi secco, sfibrato, crespo e senza vita. I capelli non sono peggiorati ma semplicemente si mostrano per quello che sono in realtà, ovvero per quello che sono sempre stati a causa del continuo utilizzo di shampoo troppo aggressivi: vengono liberati da quegli strati di siliconi che li ricoprivano e che li facevano sembrare belli, proprio come se fossero una sorta di maschera che nascondeva le reali condizioni dei propri capelli.

 

 

È importante capire di cosa hanno realmente bisogno i nostri capelli, che sia idratazione, nutrizione o in generale maggiori cure, dobbiamo considerare che è un percorso che richiede molta pazienza. Bisogna insistere continuando a utilizzare shampoo bio, senza dare la colpa allo shampoo che non funziona e resistere alla tentazione di tornare ad utilizzare shampoo classici.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Bio cosmesi artigianale

February 19, 2017

1/1
Please reload

Post recenti

October 12, 2019

January 30, 2018

January 30, 2018